Clinica

Long Covid non frequente nei pazienti pediatrici, ma servono ulteriori studi di conferma

set212021

Long Covid non frequente nei pazienti pediatrici, ma servono ulteriori studi di conferma

I sintomi del long Covid raramente persistono oltre le 12 settimane nei bambini e negli adolescenti, a differenza di quanto avviene negli adulti, secondo una revisione della letteratura pubblicata su Pediatric Infectious Disease Journal. Gli esperti...
transparent
Covid-19, un esame del sangue per segnalare chi è a rischio di sviluppare una forma grave

set212021

Covid-19, un esame del sangue per segnalare chi è a rischio di sviluppare una forma grave

Secondo uno studio pubblicato su Life Science Alliance, un semplice esame del sangue potrebbe aiutare a prevedere quali persone con COVID-19 rischiano una forma grave della malattia, e potrebbero quindi avere necessità di supporto respiratorio....
transparent
Alzheimer, il colesterolo ha un ruolo chiave. Ecco in che modo

set202021

Alzheimer, il colesterolo ha un ruolo chiave. Ecco in che modo

Secondo quanto suggerisce uno studio pubblicato su Proceedings of the National Academy of Sciences, il colesterolo prodotto nel cervello svolge un ruolo chiave nello sviluppo della malattia di Alzheimer . «Abbiamo scoperto che il colesterolo prodotto...
transparent
Alzheimer, un passo avanti nella comprensione dei meccanismi. Il ruolo delle lipoproteine per la formazione delle placche

set202021

Alzheimer, un passo avanti nella comprensione dei meccanismi. Il ruolo delle lipoproteine per la formazione delle placche

La fuoriuscita a livello cerebrale di lipoproteine, particelle che trasportano grasso, e proteine tossiche è un probabile meccanismo alla base dell' Alzheimer , secondo uno studio pubblicato su PLOS Biology. «In precedenza sapevamo che la caratteristica...
transparent
Le emoji in campo medico: sono poche e riduttive. Lo studio su Jama per implementarne l’utilizzo

set172021

Le emoji in campo medico: sono poche e riduttive. Lo studio su Jama per implementarne l’utilizzo

Nel 2010 le emoji sono state introdotte ufficialmente nel lessico globale come parte di "Unicode", gli standard informatici a cui la maggior parte dei sistemi di elaborazione di testo ha aderito, e si stima che circa 5 miliardi di emoji vengano utilizzate...
transparent
Ictus neonatale, la chiave si cela nelle piastrine

set172021

Ictus neonatale, la chiave si cela nelle piastrine

Secondo un nuovo studio, pubblicato su Blood, un basso numero di piastrine nei feti o nei neonati potrebbe causare un'emorragia cerebrale, che a sua volta sarebbe alla base di ictus fatali o condizioni neurologiche permanenti, come la paralisi cerebrale....
transparent
Covid-19, dagli Usa la conferma che chi non è vaccinato rischia di più con la variante delta

set162021

Covid-19, dagli Usa la conferma che chi non è vaccinato rischia di più con la variante delta

Secondo un nuovo rapporto pubblicato dai Centers for Disease Control and Prevention (CDC) statunitensi su Morbidity and Mortality Weekly Report, le persone non vaccinate hanno maggiori possibilità di morire per la variante delta del Covid-19....
transparent
Le patologie oftalmiche possono aumentare il rischio di demenza

set162021

Le patologie oftalmiche possono aumentare il rischio di demenza

Secondo uno studio pubblicato sul British Journal of Ophthalmology, la degenerazione maculare , la cataratta e le malattie oculari correlate al diabete sono collegate a un aumentato rischio di demenza. «La compromissione della vista può essere...
transparent
Ricovero per infarto o malattia coronarica, la vaccinazione antinfluenzale può ridurre il rischio di decesso

set152021

Ricovero per infarto o malattia coronarica, la vaccinazione antinfluenzale può ridurre il rischio di decesso

La vaccinazione antinfluenzale effettuata subito dopo un ricovero per infarto del miocardio o per malattia coronarica ad alto rischio è stata associata a un rischio inferiore del 28% di morte per tutte le cause, infarto del miocardio o trombosi...
transparent
Sclerosi multipla e depressione peggiorano il rischio di morte e di malattie cardiovascolari

set152021

Sclerosi multipla e depressione peggiorano il rischio di morte e di malattie cardiovascolari

Secondo uno studio pubblicato su Neurology, oltre ad avere un rischio maggiore di sviluppare malattie cardiovascolari le persone con sclerosi multipla e depressione potrebbero avere maggiori probabilità di morire nel giro di un decennio rispetto...
transparenttransparent
Per vedere le news dell'ultimo mese cliccare su Pagina Successiva.
Per vedere tutto l'archivio cliccare qui
transparent
Non sei ancora iscritto?     REGISTRATI!   >>