Malattia di Alzheimer

Alzheimer, levetiracetam rallenta la progressione in soggetti con epilessia silente

nov112021

Alzheimer, levetiracetam rallenta la progressione in soggetti con epilessia silente

Un farmaco antiepilettico può migliorare notevolmente l'apprendimento, la memoria e altre funzioni cognitive nei pazienti con Alzheimer che hanno attività epilettica nel cervello, secondo uno studio pubblicato su Jama Neurology. «Abbiamo...
transparent
Alzheimer, un comune diuretico potrebbe essere utile in modo preventivo. Ecco come agisce

ott252021

Alzheimer, un comune diuretico potrebbe essere utile in modo preventivo. Ecco come agisce

I risultati emersi da uno studio statunitense apparso su Nature Aging, suggeriscono che un comune farmaco diuretico, il bumetanide, potrebbe essere efficace nella prevenzione della malattia di Alzheimer. In particolare, i ricercatori hanno inizialmente...
transparent

ott252021

La mutazione del gene di Alzheimer si associa a una ridotta integrità della sostanza bianca

Secondo uno studio pubblicato su Radiology, l'integrità strutturale della sostanza bianca cerebrale è minore nelle persone cognitivamente normali, ma portatrici di una mutazione genetica associata all' Alzheimer rispetto a coloro nei...
transparent
Alzheimer, al via in sette centri italiani progetto pilota di telemedicina

ott72021

Alzheimer, al via in sette centri italiani progetto pilota di telemedicina

Test neuropsicologici digitalizzati, fatti su tablet direttamente a casa dei pazienti con malattia di Alzheimer e altre forme di demenza, con l'obiettivo di migliorare il monitoraggio di chi ha la malattia, ma anche di favorire l'identificazione delle...
transparent
Al via in Italia il 25° Congresso mondiale di neurologia. In evidenza Neuro-Covid e primi risultati positivi anti-Alzheimer

ott12021

Al via in Italia il 25° Congresso mondiale di neurologia. In evidenza Neuro-Covid e primi risultati positivi anti-Alzheimer

Assumerà una caratteristica speciale e particolarmente importante, quest'anno, il Congresso della Società italiana di neurologia (Sin). Infatti, quest'ultima opererà in partnership con la World federation of neurology (Wfn) per ospitare...
transparent
 Padovani (Airalzh): per la cura dell’Alzheimer la parola d’ordine è prevenzione

set272021

Padovani (Airalzh): per la cura dell’Alzheimer la parola d’ordine è prevenzione

"I numeri dei malati cronici aumentano in termini assoluti, perché aumenta la speranza di vita, ma se facciamo una banale valutazione in termini di condizioni di salute di questa fetta di popolazione, confrontando il dato con lo stesso dato di...
transparent
Alzheimer, nel 2040 oltre 2,5 milioni di persone con la malattia. Allarme per sostenibilità Ssn e sistema sociale

set212021

Alzheimer, nel 2040 oltre 2,5 milioni di persone con la malattia. Allarme per sostenibilità Ssn e sistema sociale

Innovare con urgenza le politiche sanitarie, definire strumenti di misurazione degli interventi e disporre di dati e, quindi di sistemi, di rilevazione omogenei sul territorio nazionale, per far fronte al grande numero di persone con demenza. È la richiesta...
transparent
Giornata mondiale Alzheimer, maggiore il rischio per Covid. Il punto sulla ricerca

set202021

Giornata mondiale Alzheimer, maggiore il rischio per Covid. Il punto sulla ricerca

La demenza colpisce oltre 55 milioni di persone in tutto il mondo, con un nuovo caso ogni 3 secondi. In Italia si stima colpisca oltre 1, 2 milioni di persone, che diventeranno 1,6 milioni nel 2030. Diverse le possibili cause ma la più comune,...
transparent
Alzheimer, il colesterolo ha un ruolo chiave. Ecco in che modo

set202021

Alzheimer, il colesterolo ha un ruolo chiave. Ecco in che modo

Secondo quanto suggerisce uno studio pubblicato su Proceedings of the National Academy of Sciences, il colesterolo prodotto nel cervello svolge un ruolo chiave nello sviluppo della malattia di Alzheimer . «Abbiamo scoperto che il colesterolo prodotto...
transparent
Alzheimer, un passo avanti nella comprensione dei meccanismi. Il ruolo delle lipoproteine per la formazione delle placche

set202021

Alzheimer, un passo avanti nella comprensione dei meccanismi. Il ruolo delle lipoproteine per la formazione delle placche

La fuoriuscita a livello cerebrale di lipoproteine, particelle che trasportano grasso, e proteine tossiche è un probabile meccanismo alla base dell' Alzheimer , secondo uno studio pubblicato su PLOS Biology. «In precedenza sapevamo che la caratteristica...
transparenttransparent
Non sei ancora iscritto?     REGISTRATI!   >>


chiudi