Politica e Sanità

mag312022

Covid-19, dal 1 giugno stop al green pass per ingresso in Italia. I contagi si dimezzano

Mentre l'epidemia di Covid-19 allenta ulteriormente la morsa in Italia, scade oggi, 31 maggio, l'ordinanza del ministro della Salute che prevede la Certificazione Verde Covid-19 per entrare in Italia. La misura non verrà prorogata. Lo rende noto l'Ufficio Stampa del Ministero della Salute.

Sul fronte contagi il trend è costantemente in miglioramento e in un giorno quasi si sono dimezzati, anche se pesa l'effetto della riduzione dei tamponi nel fine settimana, ma resta alto il numero delle vittime. I numeri inducono a un certo ottimismo in vista delle prossime settimane ma resta il pressing sulle vaccinazioni.
Per il sottosegretario alla Sanità Andrea Costa ci aspetta un'estate tranquilla e senza restrizioni ma, per chi non lo ha fatto, occorre completare il ciclo vaccinale. "Credo che ci siano le condizioni per una estate senza restrizioni - ha detto. Ovviamente questo non vuol dire non continuare ad avere prudenza e senso di responsabilità che i cittadini hanno ampliamente dimostrato in questi due anni e mezzo di pandemia".
Di qui l'appello a fare le terze dosi per chi non ha completato il ciclo vaccinale e le quarte dosi per fragili e anziani, perché "qualora ci fosse una recrudescenza del virus saranno più protetti". Costa ha poi sottolineato che "sicuramente ad ottobre avremmo un vaccino aggiornato, credo che andremo nella direzione di un richiamo annuale come per l'influenza".

Intanto dal 15 giugno l'Italia dovrebbe dire ufficialmente addio alle mascherine anche in quei luoghi al chiuso
dove sono rimaste obbligatorie come cinema, teatri e mezzi di trasporto, fatto salvo un'eventuale proroga della misura.

Nel frattempo, la Commissione Europea ha approvato gli aiuti italiani per 677 milioni di euro per una ripresa sostenibile nel contesto della pandemia di coronavirus. Ne dovrebbero beneficiare tra 600 e 800 aziende. Il regime è stato approvato nell'ambito del quadro temporaneo degli aiuti di Stato, spiega la Commissione.
L'aiuto assumerà la forma di sovvenzioni dirette. Il regime mira a sostenere gli investimenti privati in beni materiali e immateriali come stimolo per superare un divario di investimenti accumulato nell'economia a causa della pandemia di coronavirus e ad accelerare le transizioni verde e digitale. La misura sarà aperta alle piccole e medie imprese attive in determinati settori, come la produzione di prodotti farmaceutici, la ricerca scientifica e lo sviluppo.
Non sei ancora iscritto?     REGISTRATI!   >>


chiudi