Politica e Sanità

lug272021

Vaccino Covid, si valuta l'obbligo per la scuola. Speranza: obiettivo studenti in presenza

Dopo aver approvato il decreto che rende obbligatorio il green pass per una serie di attività e servizi non essenziali, ora, tra le priorità del governo c'è la scuola. «Nelle prossime ore valuteremo quale sarà lo strumento più efficace per far tornare tutti a scuola in presenza, in sicurezza e senza dad». È quanto ha dichiarato il ministro della Salute Roberto Speranza nel corso della trasmissione "Controcorrente" su Rete4. «Valuteremo se introdurre obblighi - ha proseguito - ma non va dimenticato che la risposta degli italiani è stata buona. Consumiamo tutti i vaccini a disposizione e facciamo oltre 500mila vaccinazioni al giorno. La risposta delle persone - ha osservato - è stata all'altezza delle aspettative».

Nelle prossime ore sono in programma due incontri: uno tra i sindacati e i tecnici della struttura commissariale e l'altro tra organizzazioni e il ministro dell'Istruzione Patrizio Bianchi. L'obiettivo primario è ridurre sensibilmente il numero dei prof e del personale non docente che non è ancora vaccinato, ad oggi 222mila persone. Nel caso in cui questo zoccolo duro non si sarà assottigliato per il 20 agosto, data entro la quale le Regioni devono fornire al commissario per l'emergenza Francesco Figliuolo la fotografia reale della situazione, è molto probabile che venga introdotto l'obbligo vaccinale. In vista dell'incontro delle prossime ore al ministero, sono ancora tante le questioni sul tavolo: dalla quarantena all'utilizzo delle mascherine, fino alla necessità di presidi negli istituti per lo screening della popolazione scolastica, nuove assunzioni di migliaia di 'docenti Covid' per ridurre le classi e orari scaglionati delle lezioni, che presuppongono il potenziamento del Tpl. «Dobbiamo portare tutti in presenza, non possiamo permetterci un altro anno come quello che abbiamo passato» ha ribadito Figliuolo fissando come obiettivo il 60% dei giovanissimi tra i 12 e i 18 anni vaccinati entro la prima decade di settembre. Su questo fonte, il Comitato tecnico scientifico è stato molto chiaro nel verbale del 12 luglio. Primo, dicono gli scienziati del governo, è «assolutamente prioritario» evitare la Dad e riportare i ragazzi a scuola. Secondo, i vaccini sono fondamentali e quindi bisogna «promuovere la vaccinazione nella scuola».
Non solo: il Cts non parla in modo esplicito di obbligo ma rivolge una «forte raccomandazione» alla politica «affinché sia fatto ogni sforzo per raggiungere un'elevata copertura vaccinale» anche «attraverso l'individuazione delle ulteriori misure, anche legislative». Inoltre, nel caso in cui fosse «giuridicamente percorribile», va ipotizzata la possibilità dell'obbligo del green pass per il personale della scuola. Quanto al distanziamento, il Cts raccomanda che sia mantenuto ma apre alla possibilità che salti.

Quanto alle vaccinazioni per i più piccoli, il New York Times fa sapere che Moderna e Pfizer stanno ampliando gli studi sul vaccino Covid ai bambini di età compresa fra i 5 e gli 11 anni. C'è ancora, però, gran parte della popolazione contraria ad immunizzare i bambini sotto i 12 anni. È quanto emerge da una survey condotta negli Usa dall'università del Michigan. Il sondaggio si basa su interviste a oltre 2mila genitori con almeno un figlio nella fascia 3-18 anni. In generale l'opinione del pediatra è 'molto importante' per il 38%, e 'importante' per il 33% degli intervistati, mentre altri fattori importanti che vengono considerati sono gli effetti collaterali (per il 70%), il fatto che ci siano stati test nel gruppo della stessa fascia di età del figlio (63%), i dati di efficacia (62%) e le ricerche fatte dai genitori stessi (56%). Il 70% dei genitori di bimbi tra 3 e 11 anni e il 50% di quelli della fascia più grande però non ha ancora discusso del problema con il medico. Per quanto riguarda i 12-18enni, per cui c'è già un vaccino approvato, il 39% del campione ha già immunizzato il figlio, il 21% lo farà a breve mentre per il 40% è improbabile.
Non sei ancora iscritto?     REGISTRATI!   >>