Risarcimento e indennizzo

Il danno biologico permanente può essere risarcito con condanna ad una rendita vitalizia

nov212022

Il danno biologico permanente può essere risarcito con condanna ad una rendita vitalizia

Il danno biologico, se permanente, può essere risarcito con condanna ad una rendita vitalizia, con decisione che può - e, in certi casi, deve - essere assunta dal giudice anche d'ufficio. Costituisce la forma privilegiata di ristoro perché...
transparent
La quantificazione monetaria della percentuale d’invalidità è il presupposto del calcolo del danno differenziale

ott72022

La quantificazione monetaria della percentuale d’invalidità è il presupposto del calcolo del danno differenziale

La ratio di suddetto metodo di calcolo è che costituiscono danno risarcibile le funzioni vitali perdute e non il grado di invalidità, che ne rappresenta solo una misura convenzionale; ebbene, mentre la misura convenzionale cresce secondo...
transparent
Sentenza di assoluzione del medico perché il fatto non sussiste impedisce il risarcimento

set202022

Sentenza di assoluzione del medico perché il fatto non sussiste impedisce il risarcimento

Nella controversia civile di responsabilità sanitaria, promossa dal danneggiato al fine di ottenere la condanna della struttura sanitaria al risarcimento dei danni, a titolo di responsabilità contrattuale esclusivamente fondata sull'art....
transparent
I confini entro cui ci si deve muovere ai fini del risarcimento in tema di consenso informato

set152022

I confini entro cui ci si deve muovere ai fini del risarcimento in tema di consenso informato

I confini entro cui ci si deve muovere ai fini del risarcimento in tema di consenso informato sono i seguenti: a) nell'ipotesi di omessa o insufficiente informazione riguardante un intervento che non abbia cagionato danno alla salute del paziente e al...
transparent
Scuola di specializzazione, incertezza interpretativa esclude il risarcimento dei danni dopo esclusione

set82022

Scuola di specializzazione, incertezza interpretativa esclude il risarcimento dei danni dopo esclusione

La risarcibilità del danno da lesione di interessi presuppone una verifica della spettanza del bene della vita che implica un giudizio prognostico in relazione al se, a seguito del corretto agire dell'amministrazione, il bene della vita sarebbe...
transparent
Medici e borse 1983 – 1991, chi ha diritto al risarcimento del danno da inadempimento

lug202022

Medici e borse 1983 – 1991, chi ha diritto al risarcimento del danno da inadempimento

Il diritto al risarcimento del danno da inadempimento della direttiva comunitaria n. 82/76/Cee, riassuntiva delle direttive n. 75/362/Cee e n. 75/363/Cee, spetta anche in favore di soggetti iscritti a corsi di specializzazione negli anni accademici anteriori...
transparent
Risarcimento specializzandi, le sezioni Unite confermano la decorrenza della prescrizione

giu272022

Risarcimento specializzandi, le sezioni Unite confermano la decorrenza della prescrizione

1. A seguito della tardiva ed incompleta trasposizione nell'ordinamento interno delle direttive n. 75/362/CEE e n. 82/76/CEE, relative al compenso in favore dei medici ammessi ai corsi di specializzazione universitari - realizzata solo con il D.Lgs. 8...
transparent
Ai fini risarcitori è necessario provare la lesione del rapporto parentale

mag262022

Ai fini risarcitori è necessario provare la lesione del rapporto parentale

Deve osservarsi come parte attrice abbia mancato di svolgere deduzioni minime sulla consistenza del rapporto parentale asseritamente leso e, in particolare, sugli aspetti dinamico relazionali dello stesso pregiudicati per effetto dell'evento lesivo occorso...
transparent

mag202022

Il titolo al risarcimento del danno, per perdita di chance non è tassabile

In tema di imposte sui redditi, in base al D.P.R. 22 dicembre 1986, n. 917, art. 6, comma 2 (nel testo applicabile ratione temporis), le somme percepite dal contribuente a titolo risarcitorio sono soggette a imposizione soltanto se, e nei limiti in cui,...
transparent
Dipendenza della malattia da causa di servizio non comporta automaticamente anche il risarcimento

apr202022

Dipendenza della malattia da causa di servizio non comporta automaticamente anche il risarcimento

Il riconoscimento della dipendenza delle malattie riscontrate da causa di servizio non implica alcuna valutazione del comportamento, commissivo od omissivo, colposo o doloso, del datore di lavoro, inserendosi l'istituto nell'ambito del sinallagma del...
transparenttransparent
Non sei ancora iscritto?     REGISTRATI!   >>


chiudi