Sclerosi multipla

lug252007

Il sole nemico della sclerosi multipla

Neurologia-malattie degenerative Un recente studio su gemelli monozigoti suggerisce che l’esposizione al sole durante l’infanzia potrebbe ridurre il rischio di sclerosi multipla almeno del 60 percento. L’esposizione al sole dunque sembra...
transparent

mag212007

Sclerosi multipla: ruolo neuroprotettivo del testosterone negli uomini

Neurologia-malattie degenerative Il trattamento con gel al testosterone è sicuro e ben tollerato negli uomini con sclerosi multipla recidivante-remittente, ed è associato a miglioramenti nella performance cognitiva ed al rallentamento dell’atrofia...
transparent

mag152007

Sclerosi multipla recidivante: interferone beta rallenta progressione

Neurologia-malattie degenerative Uno studio osservazionale sulla storia naturale della sclerosi multipla ha rivelato che il trattamento con interferone beta (INF-beta) rallenta significativamente la progressione della malattia recidivante-remittente e...
transparent

mag92007

Danni cerebrali acuti di natura traumatica: utile il progesterone

Neurologia-traumi cranici Nei soggetti adulti con danni cerebrali acuti di natura traumatica, il trattamento con progesterone potrebbe migliorare gli esiti, soprattutto in caso di danni moderati. Questa strategia potrebbe risultare utile anche in altri...
transparent

apr32007

Sclerosi multipla: stimolazione magnetica migliora spasticismo

Neurologia La stimolazione magnetica transcranica ripetuta (rTMS) costituisce un utile trattamento per lo spasticismo che spesso si osserva nei pazienti con sclerosi multipla. Si pensa che questo fenomeno derivi dall’ipereccitabilità dell’arco...
transparent

mar282007

Ictus ischemico connesso a gene emocromatosi

Neurologia Un difetto genetico che causa l’emocromatosi ereditaria, che colpisce almeno il 25 percento della popolazione europea, è in grado di predire un significativo aumento del rischio di malattie cerebrovascolari ed ictus ischemico. I...
transparent

feb192007

Sclerosi multipla benigna pericolosa a lungo termine

Neurologia Circa la metà dei pazienti la cui sclerosi multipla era stata giudicata “benigna” sulla base di un punteggio massimo di tre alla scala EDSS dopo 10 anni vanno invece incontro ad una significativa progressione della malattia...
transparent

gen272007

Sclerosi multipla: nessun legame fra anticorpi antimielina e progressione

Contrariamente ai risultati di uno studio precedente, gli anticorpi antimielina non mantengono le proprie promesse quali indicatori prognostici di progressione della sclerosi multipla. Non è stata infatti rilevata alcuna correlazione fra anticorpi...
transparent

gen252007

Sclerosi multipla: utile infezione parassitaria

Le infezioni parassitarie potrebbero essere utili per i pazienti con sclerosi multipla modulando la risposta immune ed alterando il decorso naturale della malattia. I pazienti con sclerosi multipla ed eosinofilia causata da parassiti intestinali presenta...
transparent
transparenttransparent
Non sei ancora iscritto?     REGISTRATI!   >>